2 levrieri

Statuto

Direttivo

Biblioteca

Accadde oggi

Dove siamo

Links

Contatti

Cerca nel sito

decorazione

Logo dell'Associazione Il Longobardo Sant'Angelo in Grotte

Visitatori online: 84

fiore medievale

 

blasone santanbgelo

Santangelo

Castelli del Molise

Il castello D'Alessandro di Pescolanciano

La struttura sembra allungarsi nell'atto di aggrapparsi al possente mastio, la parte più antica della fortificazione: il castello d'Alessandro di Pescolanciano, silente guardiano del tratturo Castel di Sangro Lucera, mostra chiaramente gli effetti dei cambiamenti epocali su di un edificio concepito, ai tempi dei Longobardi, come fortezza.

Sicuramente modifiche gli furono apportate intorno al XV secolo per procedere poi un successivo perfezionamento che avvenne nel periodo in cui ne divennero possessori i D'Alessandro (dal 1594): nel perimetro del cortile esterno trovarono posto la

castello d'Alessandro di Pescolanciano

 legnaia, le scuderie, i magazzini, fu aperto un nuovo ingresso e il lato meridionale ingentilito con un loggiato.

Nel XVII secolo nel castello fu realizzata la cappella palatina, e in quello successivo vi fu impiantata un'importante fabbrica di ceramiche. Oggi la struttura, a pianta quadrangolare, a cui si accede da un ponte fisso che s'affaccia su un pauroso dirupo, è di proprietà del 60 per cento della Provincia di Isernia mentre la restante parte appartiene agli eredi dei D'Alessandro.

D'Alessandro Castle - Pescolanciano

castello d'alessandro pescolanciano 2

The structure looks stretching out to cling to an imposing keep, which is the oldest element of the fortress. D'Alessandro Castle, noiselessly overlooking the Castel Di Sangro-Lucera cattle-track, clearly shows the epoch-making alterations which a former lombard fortress underwent.

It underwent further alterations both in the 15th century, and when D'Alessandro family purchased it in 1594. A woodshed, some stables and some storehouses were located in the outer courtyard, which was furthermore embellished with a new entrance and a loggia to refine the south side.

The Palatine Chapel was built up in the Castle in the 17th century and an important pottery factory was started in the following century. Nowadays a bridge, overlooking a frightening drop, leads into the square shaped castle. The 60% of the castle belong to the Provincial Administration of Isernia, while the remaining 40% is property of D'Alessandro descendants.