2 levrieri

Statuto

Direttivo

Biblioteca

Accadde oggi

Dove siamo

Links

Contatti

Cerca nel sito

decorazione

Logo dell'Associazione Il Longobardo Sant'Angelo in Grotte

Visitatori online: 73

fiore medievale

 

blasone santanbgelo

Santangelo

Il Colosseo e il Ludus Magnus

Iniziato sotto Vespasiano, l'Anfiteatro Flavio, detto poi Colosseo, è inaugurato dal figlio Tito con feste e spettacoli che durano cento giorni di seguito. Negli spettacoli di caccia (venationes) dell'inaugurazione restano uccisi in un solo giorno 5.000 animali. Per l'occasione vengono gettate sulla folla sfere di legno (missilia) contenenti buoni per vincere abiti, cibo, bestiame e schiavi. Alto circa 50 metri, l'Anfiteatro Flavio conteneva oltre 45.000 posti su quattro livelli.

colosseo

Quando si svolgono le venationes i cancelli degli anfiteatri vengono tenuti chiusi per evitare ogni possibile incidente. L'ingresso, attraverso ottanta arcate, è rigorosamente regolamentato (la numerazione è ancora oggi visibile sugli archi). Il Colosseo è definito da Dione Cassio "il teatro delle cacce" (Theatrum Venatorium). Le fonti accennano ad alcuni spettacoli gratuiti, dunque deve ritenersi che di regola l'ingresso è a pagamento. Ogni spettatore riceve una tessera con il numero dell'arco di ingresso e del posto a sedere. Negli ambienti sotterranei, alla luce delle fiaccole, si muove il personale addetto (barenarii), che manovra gli scenari per le venationes, le gabbie e le apparecchiature (argani, montacarichi, botole ecc.) per la custodia  ed il trasferimento nell'arena degli animali e dei damnati, le lettighe per il trasporto dei cadaveri delle vittime in appositi ambienti (spoliaria). Sul terrazzo, al di sopra della tribuna lignea riservata alle donne, marinai del distaccamento della flotta di Miseno manovrano il telone (velarium) a proteggere gli spettatori dalle intemperie e dal calore dei raggi solari.

venationes

Avanti >>